Vai al contenuto principale

Primavera 2023 Connessioni Profilo Alumni

Se hai sentito parlare di nonna Alice, probabilmente è perché l'hai mangiata biscotti fatti in casa, leggermente friabile, ma che si scioglie in bocca a causa di tutto il burro. Se sei davvero fortunato, hai persino provato i suoi bignè, glassati al cioccolato e della giusta dimensione delicata per adattarsi perfettamente alla mano di un bambino elementare, con crema pasticcera fatta in casa che trasuda dai lati da leccare prima di dare un morso.

Nonna Alice, o Alice DeRuiter, ufficialmente nata nei Paesi Bassi come Aalje, prepara biscotti per la sua chiesa, per il suo quartiere o per gli amici ogni volta che l'artrite alle ginocchia è troppo dolorosa. Invece di dispiacersi per se stessa di 93 anni, Alice si alza generosamente diversi lotti di scaglie di cioccolato, pecan sandies o biscotti di zucchero olandesi. Quindi chiama la persona successiva sulla sua lista per cui ha pregato o che vuole benedire.

Vuoi entrare nella sua lista dei biscotti. Ma vuoi anche ascoltare le sue storie. Alice stessa non è un'allume cristiana olandese, e nemmeno Case, o Cornelius, suo marito da 63 anni. Invece questa è una storia di come ha inviato una famiglia straordinaria sei bambini attraverso le Holland Christian Schools: Cinque bambini DeRuiter si sono diplomati all'Holland Christian e sono andati al college, quattro alla scuola di specializzazione, tre hanno completato il dottorato di ricerca e il postdoc. E il sesto? Il quinto figlio dei DeRuiters, Paul, è morto di cancro mentre frequentava la terza elementare nella classe della signora Homkes all'Holland Christian all'inizio degli anni '70. Questa è una storia incredibile per un altro articolo, e Alice piange ancora parlando della morte di Paul 50 anni dopo. Come alla fine ha alzato le braccia verso Qualcuno, ha fatto un enorme sorriso e ha detto con gioia: "Oh!" a Qualcuno che solo lui poteva vedere.

Nonna Alice sorride alla telecamera

"Ho sempre detto 'Non importa quello che facciamo senza, i ragazzi vanno alla scuola cristiana.'

Ci sono anche Storie di crescita della seconda guerra mondiale in una piccola città vicino al confine olandese meridionale, su come Case si nascose dai tedeschi in una casa galleggiante per più di due anni, lavorando per un contadino che segnalava loro quando i tedeschi erano nelle vicinanze. Come da adolescente, Alice stessa ha aiutato a nascondere un ragazzo sotto le assi del pavimento nelle prime ore buie del mattino, cambiando rapidamente le lenzuola al buio in modo che i nazisti non scoprissero un letto vuoto ma caldo. Come ha incontrato Case quando si stava ancora nascondendo dai tedeschi, ma viveva allora con il suo vicino, e come volevano sposarsi nei Paesi Bassi del dopoguerra, ma non riuscivano a trovare un posto dove vivere insieme. Così hanno chiesto il visto per l'America.

Case e Alice hanno scelto Holland, Michigan perché lo zio di Alice viveva lì. Uno zio burbero e autoritario che non conoscevano davvero, ma che li ha lasciati trasferirsi e ha preso felicemente metà del loro reddito in affitto finché non sono riusciti a capire in una lingua straniera come sposarsi e trovare il proprio appartamento a questo paese straniero. ("Non abbiamo mai incontrato persone che parlassero olandese qui!" disse Alice.) Case lavorava alla rifinitura di mobili per la Holland Furniture Company e infine per la Worden Company, e Alice lavorò alla fabbrica di scarpe fino all'arrivo del loro primo figlio, John, nel 1952. a casa $ 20 al mese per sua madre vedova, su richiesta della chiesa olandese, il loro affitto $ 40 al mese.

Quindi come diavolo hanno inviato sei figli attraverso un'educazione cristiana olandese?

Un sacco di davvero un duro lavoro: Mentre Case lavorava quattro giorni di 10 ore al mobilificio, di solito partendo la mattina presto a piedi o in bicicletta, Alice “stava a casa” con i bambini, ma puliva anche le case per i professori dell'Hope College o per i cottage sul lago ; ha preso in lavanderia (compresi i costumi olandesi una volta accidentalmente!) per una paga extra; e commessa al negozio di ciambelle. Il venerdì Case imbiancava le case o curava i prati.

Beth DeRuiter VanderWa sorride alla telecamera

"I nostri genitori hanno lavorato molto duramente - hanno dato l'esempio lì, e non ricordo che si lamentassero - l'hanno fatto e basta.

“Pulivo sei case a settimana e ora mi chiedo perché mi fanno male le ginocchia! [Ma Holland Christian] lo era vale ogni centesimo per me!" disse Alice. "Ho sempre detto 'Non importa di cosa facciamo a meno, i bambini vanno alla scuola cristiana', e la parte divertente è che anche i soldi erano sempre lì."

I figli di Alice parlano dell'etica del lavoro trasmessa loro dai loro genitori americani di prima generazione e di quanto sia sempre stata importante l'istruzione per i loro genitori. La quarta figlia e unica figlia, Elisabetta '78, ha detto “Il nostro i genitori hanno lavorato sodo- hanno dato l'esempio lì, e non ricordo che si lamentassero - l'hanno fatto e basta, il che ha contribuito a plasmare la nostra etica del lavoro. Ma anche osservare quanto duramente i loro genitori lavorassero manualmente, "ci ha fatto pensare ad altre opzioni", ha ammesso.

Anche se alla fine è finita nel campo delle scienze e della medicina, Beth ne ha “molto bei ricordi dell'insegnante” dall'Olanda Christian, ma soprattutto amava la storia con Signor Lanninga ed Signor Tuls- "entrambi penso il mondo di!" ha detto, raccontando come il signor Tuls "era il tipo di persona che ci incontrava a colazione il sabato mattina: si presentava sempre e pagava per tutti noi!"

John, il figlio maggiore nato nel 1952, è stato spesso malato da bambino e gli è stato persino rimosso un rene quando aveva quattro anni, continuando a lottare con la salute per tutta la sua vita adulta. Tuttavia, alcune delle storie preferite di Alice includono come John ei suoi amici HC pianificato il loro scherzo senior nascondersi nel garage di un amico, estrarre con cura il motore da una piccola auto, rendendola abbastanza leggera da cadere da un muro nel cortile del liceo. Hanno completamente scioccato insegnanti e studenti che si chiedevano tutti come mai un'intera macchina potesse apparire all'improvviso nel cortile recintato della scuola!

"Per me, ho pensato che fosse fantastico", ridacchiò Alice, qualcosa che fa molto. “Hanno escogitato qualcosa che non costava nulla, non era niente di brutto. Sapevo che stavano tramando qualcosa, ma sono contento di non averlo saputo mentre stava accadendo. Ma era qualcosa di unico! "

"Case e io abbiamo sempre detto quanto sia importante ricevere un'istruzione", ha detto Alice. [Questo è stato uno dei] “motivi principali per cui siamo partiti, perché in Olanda a quel tempo potevi andare al college solo tramite lotteria. Non ho mai avuto diamanti, lo direi sempre i miei figli sono i miei diamanti!” lei disse.

Alice parla ancora con orgoglio dei suoi figli adulti: Giovanni '70, che non estrae più segretamente i motori dalle auto per scherzi da senior, si è ritirata dall'insegnamento di educazione speciale nella zona di Muskegon, suona ancora magnificamente l'organo e manda i suoi piccoli doni da dare ai ragazzi del vicinato, dopo anni di donazioni generose ai suoi studenti in tutto Muskegon. "Non sai cosa fa quel 'ragazzo' per così tanti bambini poveri a scuola!" affermò Alice.

Jack, classe HC del '72, è professore di scoperta e sviluppo di farmaci presso l'Harrison College of Pharmacy presso la Auburn University di Auburn, in Alabama. Dopo 40 anni di ricerca e insegnamento di farmacologia sia laureati che universitari, Jack sta attualmente posticipando il pensionamento su richiesta del rettore per creare un curriculum completamente nuovo di educazione farmacologica per un programma di farmacologia BS. Ha pubblicato oltre 50 libri e/o capitoli di libri, insieme a 300 articoli scientifici e 200 articoli di riviste, ma probabilmente sua madre è altrettanto orgogliosa di lui per suonare l'organo in chiesa settimanale.

Bolletta '75, che all'età di tre anni diede rigide istruzioni a sua madre che usciva dalla porta dell'ospedale per avere il loro quarto figlio che NON sarebbe tornata a casa con una bambina, ed era poi estremamente scontento del ritorno della sua sorellina appena nata Elizabeth, ora è sposata e con due figli grandi. Soddisfatto della sua laurea, si gode la famiglia e la vita a Kalamazoo.

Ogni volta che Alice ha bisogno di un consiglio medico, chiama Bet '78, che insegna farmacologia e fisiopatologia sia agli studenti universitari che a quelli laureati presso l'Università del South Alabama College of Nursing di Mobile, Alabama.

"Non ho mai avuto diamanti, dicevo sempre ai miei figli che sono i miei diamanti!

Marco '85 ha doppie lauree e certificazioni sia in audiologia che in patologia del linguaggio ed è professore e direttore del programma di dottorato in scienze cliniche in patologia del linguaggio presso il Dipartimento di scienze e disturbi della comunicazione dell'Università di Pittsburgh.

"I miei figli danno davvero molto credito a Holland Christian per ciò che hanno realizzato", ha aggiunto Alice. “Non abbiamo mai ricevuto aiuto da nessun altro, ma abbiamo pagato [le loro tasse scolastiche] tutto l'anno. È un grande sacrificio, ma eravamo orgogliosi di noi stessi. Forse non era così buono? Ma siamo stati così contenti quando è stato tutto pagato!

Alice ha otto nipoti e recentemente cinque pronipoti, oltre alla sua vasta collezione di fan e amici del suo quartiere, chiesa e vasta comunità che ha raccolto e amati, benedetti e nutriti con biscotti a nel corso degli anni.

Anche se abbiamo iniziato cercando di raccontare attraverso una storia quanto tante famiglie apprezzino l'educazione cristiana e i sacrifici che fanno per mandare i propri figli alle Holland Christian Schools, alla fine si tratta davvero dell'incredibile persone con cui abbiamo a che fare con la vita nella nostra comunità HC. Siamo così grati di far parte delle storie reciproche per un po' di tempo, sia i nostri studenti che le loro fantastiche famiglie. Ma poi facciamo anche tesoro del tifo per gli ex studenti e le famiglie che fanno cose straordinarie nel loro angolo del mondo di Dio, diffondendo la Sua luce, sia attraverso l'insegnamento di cure mediche meticolose, sia scrivendo per riviste mediche nazionali. O suonare l'organo per la chiesa e preparare biscotti per i bambini del vicinato.